Il mio planning system…ovvero come uso le mie agende ;)

my planning system

Ciao ragazze 🙂

Come state? Com’è iniziata la vostra primavera?

Nel post di oggi vi parlerò del mio planning system, ovvero dell’armamentario di agende che uso per organizzarmi 😀

P_20170327_170725-01

Eccole in tutto il loro splendore!

Partirei dalla più ingombrante, la mia bellissima Carpe Diem color aqua (potete trovarla in uno degli shop che vi consigliavo qui). Si tratta di un’agenda in formato A5, molto spaziosa e…pesante 😀 è per questo che ho deciso di usarla come una sorta di home binder e lasciarla quindi sempre a casa. Al suo interno ho inserito 4 sezioni.P_20170327_172424-01 La prima è una sezione per i libri (letti, da leggere, citazioni che mi colpiscono,ecc). La seconda l’ho denominata “remise en forme” in cui ho il mio meal planner, alcune schede di esercizi, le schede per peso e misure, ecc. La terza è probabilmente la più importante, perché è quella dedicata alle spese (essendo una squattrinata fuori sede è bene che tenga traccia di ogni centesimo che spendo).

P_20170327_172709-01

La mia tabella per tener traccia degli ordini online 🙂

L’ultima è una miscellanea di cose, per lo più appunti disordinatissimi 😀 nella taschina in fondo infilo sempre scontrini che devo conservare, buoni sconto, ricevute…

Continuando a salire lungo la torre di agende, troviamo il mio planner per la gestione del blog 🙂 è un semplice raccoglitore A5 trovato in cartoleria, di cui ho decorato la copertina. All’interno ho dei semplici fogli puntinati e a righe su cui prendo appunti per i prossimi post, segno quelli pubblicati, le statistiche…nulla di troppo elaborato 😀

IMG_20160422_171736

Arriviamo poi al mio amore del momento, il mio midori 😀 di lui vi voglio fare un tour più dettagliato al più presto, ma avevate già avuto qualche piccola anticipazione qui e qui. E’ diventato il mio planner principale, in cui ho visione settimanale e mensile e che mi segue praticamente dappertutto 🙂

La meraviglia blu subito sopra è la mia Kikki-k ocean personal, di cui ho girato il video set-up. La uso per organizzare la mia vita universitaria e vi avevo fatto vedere nel dettaglio tutto in questo articoloP_20170327_171513-01

Last but not least… il mio midori formato passport 🙂 l’ho trovato in una libreria Mondadori l’estate scorsa ed è stato quindi il mio primo traveler’s notebook 😀 lo uso come una sorta di diario: scrivo pensieri vari, disegno, prendo appunti da libri/articoli di crescita personale (EfficaceMente docet). E’ il mio angolino felice dove sfogarmi e ritrovare un po’ di motivazione 🙂

Finito! 😀 vi ho annoiate? Spero di no! Spero invece che quest articolo possa essere di ispirazione a qualcuno che magari ha un’agenda inutilizzata, o che vuole ripensare alla propria organizzazione, o qualcuno che non sa proprio da dove partire 🙂

Voi quante agende avete e per cose le usate? Sono proprio curiosa ^_^

Bacini, e al prossimo post!

Lalalab: la mia esperienza

LALALAB

Ciao a tutti 🙂

Nel post di oggi voglio parlarvi della mia esperienza con Lalalab, la famosissima applicazione per stampare foto.

So che può sembrare un argomento un po’ insolito per un blog dedicato ad agende e cartoleria…ma se continuerete a leggere scoprirete come quest app possa essere molto utile a noi cartopazze 😉

Lalalab è scaricabile gratuitamente, sia per iOS che per Android. Potete trovare una panoramica del servizio sul loro sito. L’app è veramente ben fatta, molto carina graficamente e soprattutto facilissima da utilizzare, intuitiva e veloce.

Lalalab offre varie dimensioni per le foto e diversi altri prodotti (album, poster, calamite…). Basta scegliere il prodotto desiderato e si procede poi al caricamento delle foto da voi scelte; si passa infine al pagamento.

Il mio ordine ci ha messo circa 10 giorni per arrivare 🙂 le foto sono arrivate ben impacchettate, divise in queste due simpatiche buste.

P_20170309_170823-01

Io ho scelto di stampare foto in due dimensioni: la vintage (10x12cm) e la mini-vintage (5,9×8,9cm).

P_20170309_171336-01

sono solo alcune delle foto che ho ordinato…ho preferito evitare di mostrarvi quelle con il mio faccione 😀

Sono rimasta piacevolmente colpita dalla qualità della stampa: sono praticamente tutte foto scattate con il mio cellulare, che non è assolutamente il migliore in fatto di fotocamera :’D nonostante ciò i colori sono brillanti e le foto non sono sgranate :3

Per circa 40 foto ho poi speso più o meno 8/9€… non credo che dal fotografo me la sarei cavata con così poco 😀 periodicamente vengono inviati sulla mail dei codici sconto da poter utilizzare ma non solo: ogni utente ha un suo codice personale da condividere. Ogni utente che lo utilizza riceve 5€ di sconto e così anche il “proprietario” del codice. Io per esempio ne ho usato uno trovato nel video di una ragazza che seguo su Youtube ^_^ vi lascio anche il mio così potrete usufruire anche voi dello sconto :3

PGD5HANI

Come dicevo all’inizio, è un’app interessante anche per noi cartopazze :3 soprattutto il formato mini-vintage è infatti perfetto per essere inserito in qualunque agenda, per esempio nelle taschine, come fossero card. Io ne ho inserite alcune nel mio midori, in queste taschine (pensate per carte di credito, immagino).P_20170309_171726-01

Un’idea carina per portare sempre in agenda un ricordo di un viaggio, la foto dei vostri bimbi o del vostro cagnolino 🙂 Inoltre, potrebbe rivelarsi un’app utile anche (e forse soprattutto) per chi tiene dei diari di viaggio o per chi si diletta con lo scrapbooking o lo scrappin’ planner .

Insomma, se avete delle foto che volete stampare, datele una chance perché non è affatto male!

Se l’avete già provata o se avete altre app simili da consigliare scrivetemelo pure nei commeti 😀

A presto!

Cos’è un Midori?

p_20170304_180659-01Ciao ragazze 🙂

Nel post di oggi cercherò di rispondere alle vostre curiosità riguardo al Midori/ Travellers Notebook 🙂 noto che ultimamente sta riscuotendo un certo successo tra noi cartopazze 😀

Vi avverto fin da subito che anche io mi sono avvicinata a questo sistema solo da qualche mese (vi ho mostrato un po’ del mio bimbo qui)…quindi spero di non scrivere castronerie! Se volete approfondire da fonti più autorevoli vi consiglio questo canale YouTube e questo gruppo Facebook.

Partiamo parlando dal nome: Midori era inizialmente il nome dell’azienda giapponese che ha iniziato a vendere questo prodotto; col passare del tempo, però, si è iniziato a usare il termine per riferirsi in generale a questo sistema di “organizzazione”.

Dire Midori e dire Traveller’s Notebook è quindi esattamente la stessa cosa 🙂

Molto spesso poi, questi meravigliosi taccuini, prendono il nome dell’azienda o dell’artigiano che li crea. Il mio, per esempio, è un LumiDori perché creato da Martina Lumi Perfetti (date un’occhiata alle sue meraviglie). Oppure potreste leggere termini come FauxDori o FabricDori: don’t panic! Con fauxdori si intende di solito un midori non in vera pelle, o semplicemente un midori non venduto dall’azienda “originale”; fabricdori è invece un midori  realizzato in stoffa 🙂

Ma veniamo al dunque!! Cos’è sto accipicchia di Midori?!

Un traveller’s notebook è composto da una copertina(di pelle, similpelle, stoffa, carta, feltro…) al cui centro sono fissati degli elastici, in verticale. Gli inserti (i quadernini) vengono fissati alla copertina facendoli passare sotto gli elastici. La copertina viene poi chiusa con un altro elastico. Guardando le foto capirete sicuramente meglio 😀

Questo slideshow richiede JavaScript.


Esistono di diverse misure: diciamo che quelle più comuni sono la Standard (misura inserto 21x11cm) e Passport (misura inserto 12x9cm). Alcuni brand propongono anche molte altre misure (A5, A6, micro,field notes…). Se volete una misura particolare potete rivolgervi a un artigiano che realizzi i vostri desideri, oppure cimentarvi voi stesse nella realizzazione di un midori!

Sì, perché se siete brave a tagliare/cucire/creare dovete assolutamente provare a farne uno da voi! Non sembra troppo difficile e si possono usare davvero un sacco di materiali diversi :3 anche gli inserti possono essere realizzati facilmente a casa, soprattutto se siete dotate di una buona taglierina 😀

Io sono rimasta totalmente stregata da questo sistema: è nato appunto come “un quaderno del viaggiatore“, da essere vissuto, portato ovunque, messo in valigia, nello zaino, da far rovinare e impregnare degli odori dei posti che visitiamo *_* ecco, questo è il viaggione che mi faccio ogni volta che prendo il mio in mano (anche se per ora del mondo ha visto mooolto poco hahaha).

Dato che, come al solito, ho cianciato troppo (e forse in modo sconclusionato…pardon!) concludo questo post con un elenco di vari shop dove potete comprare il vostro primo midori 🙂

  • Stilo e Stile – negozio romano che rivende il midori originale (e altre cose bellissime)
  • Webster’s Pages – potete trovare questi travellers in finta pelle in uno degli shop italiani(o stranieri) che vi ho nominato qui
  • Foxy Fix – meravigliosi midori americani; abbastanza costosi e dogana assicurata T.T
  • Chic Sparrow – anche loro americani, anche loro high cost
  • Etsy – inserite “midori”, “fauxdori” o “traveller’s notebook” nella barra di ricerca…e preparate il portafogli 😀 ce n’è per tutti i gusti
  • Aliexpress – se volete spendere pocopoco per il vostro primo midori, cercate bene sul caro e vecchio Ali: ne troverete anche a circa 5 € 😉 ovviamente non aspettatevi una qualità eccelsa
  • Shop TN – mercatino Facebook dedicato esclusivamente al mondo dei Midori. Potrete trovare vari prodotti artigianali o usati :3

Vi lascio anche i link diretti alle pagine di alcuni artigiani italiani… se nel mio piccolo posso fargli anche una minimini pubblicità ne sono più che felice!

Bene, ragazzuole! Ora posso davvero salutarvi. Magari presto vi farò un post per farvi vedere come uso i miei Midori :3

Bacini, al prossimo articolo!

Nuovi inserti per il mio Traveler’s Notebook

Ciao ragazze 😀

come state? Spero abbiate passato un fantastico Natale insieme ai vostri cari 🙂 avete trovato qualche regalo cartopazzo sotto l’albero? Fatemelo sapere, sono curiosa 😀

Il 2016 sta volgendo al termine: è tempo di tirare le somme, di fare buoni (pochi e giusti) propositi… ma soprattutto è il momento di scegliere il planner per il nuovo anno! 😀 Se non sapete da dove partire vi invito a leggere  questo e questo… potrebbe tornarvi utile 🙂

Come avevo accennato su Instagram, ho capito che per il 2017 avevo assolutamente bisogno di cambiare. Nel 2016 (in realtà da fine 2015) ho usato dei refill formato A5 con settimana su due pagine, ma ho notato che in molte settimane lo spazio era assolutamente troppo e rimanevano troppo bianchi…la cosa mi dava sui nervi :’D Ho deciso quindi di passare a organizzarmi con un traveler’s notebook. Continuerò a usare comunque la mia amata Carpe Diem, ma avevo decisamente bisogno di qualcosa di più piccolo e portabile.

Ho scelto quindi di rivolgermi di nuovo a Diletta per la realizzazione dei miei inserti e oggi sono finalmente arrivati *_*  Ovviamente non potevo fare a meno di mostrarveli!!

p_20161229_114033-01

Inizierei dagli omaggi che ha incluso nel mio ordine :3 la caramellina è sparita prima di subito hahaha

p_20161229_114245-01

Card di due diverse dimensioni 🙂 i colori sono così tenui che purtroppo il mio cellulare non riesce a renderli bene : /

p_20161229_114132-02

Stickers con icone utili

 

Le ho richiesto degli inserti settimanali non datati, con settimana su una pagina e pagina a quadretti a lato…sperimentando un po’ ho capito che era il layout che faceva per me. Ha diviso le 52 settimane (che dovrebbero coprire tutto l’anno) in 4 quadernini diversi, ognuno con la sua copertina scelta da me :3

p_20161229_114631-01p_20161229_114642-01

 

 

Il mensile è invece datato, con una “copertina” per ogni mese e una pagina sul retro per note, to do, goals… qualunque cosa dovrò appuntarmi 🙂

p_20161229_114555-01p_20161229_114608-01

Come vedete sono entrambi molto minimal: bianco, nero, grigio e un font elegante. Mi sono innamorata di questo stile guardando millemila video delle colleghe plannerine straniere 😀

Ultimi, ma non per importanza, i segnapagina per segnare il mese e la settimana correnti…ma quanto sono belli? Non so decidere su quale sia il mio preferito *_*

p_20161229_114402-01

Questo era tutto il contenuto del mio ordine da Diletta e sono rimasta come sempre più che soddisfatta. Non vedo l’ora che sia Gennaio per iniziare a usare questi inserti meravigliosi!

A presto, bacini 🙂

Idee regalo cartopazze…per tutte le tasche :)

copia-di-ottobre-16Ciao ragazze 😀

come state? Siamo arrivati già a Dicembre e, non so voi, ma io inizio già a sentire profumo di Natale *-*

fb_img_1450555404910

L’albero di Bologna di qualche anno fa :3

Il Natale è una festa che adoro, pur non essendo io credente…le lucine per la città, le vetrine addobbate, i pranzi e le cene di famiglia, scambiarsi i regali… ecco, i regali. Personalmente amo farli, scervellarmi per capire cosa potrebbe piacere, impacchettarli con cura, ma so che per tante persone è quasi un incubo che viene rimandato fino all’ultimo giorno 😀

Ho deciso quindi di aiutarvi: se la vostra amica/figlia/nipote/fidanzata è diventata una planner addict, una cartopazza questa guida vi aiuterà a scegliere il regalo perfetto, qualunque sia il vostro budget 🙂

Idee regalo fino a 15€

Anche con un budget ridotto, potrete far felice una cartopazza! Potreste per esempio scegliere di regalare un’agenda: in questo periodo da Tiger ci sono delle carinissime agende ad anelli per 4/5€ in formato A5 o personal… provate a farci un salto 😉 oppure potreste pensare a un’agendina rilegata o a spirale come le bellissime Legami… il successo è assicurato!

Se invece la destinataria del vostro regalo un’agenda ce l’ha già magari, ecco delle altre validissime idee:

Idee regalo tra i 15 e i 30€

Con un budget un po’ più alto potete scegliere se comprare più di un oggetto dell’elenco precedente oppure orientarvi su altro:

Idee regalo oltre i 30€

Beh, so che dire “oltre i 30” è forse un po’ troppo generico :’D vi do una carrellata di idee, alcune superano di poco i 30, altre decisamente più costose… fate vobis 😉

 

Fiù! Anche questa è andata!

Spero che questa piccola guida possa essere d’aiuto a qualcuno 🙂 fatemi sapere se regalerete qualcosa di cartopazzo ai vostri cari 😀

Bacini, a presto!

 

La mia agenda per l’università :)

Ciao e ben tornate nel mio blog 😀

Oggi, finalmente, vi mostrerò il set up della mia agenda per l’università!

Mesi fa ho pubblicato su YouTube il video con il set up completo della mia kikki-k ocean 🙂 lo trovate qui… perdonate la mia brutta voce e gli impappinamenti vari 😥

La mia organizzazione non è praticamente cambiata da allora 🙂

Per chi non avesse voglia di guardare il video (ma se lo guardate vi vorrò tanto tanto tanto bene) faccio una breve sintesi.

La mia agenda per l’università è composta da 5 sezioni:

  1. Calendar: refill ripiegabili mensili e refill giornalieri non datati
  2. Note: fogli colorati assegnati a ogni materia (seguendo un color coding) e fogli vari
  3. To do: programma di ogni materia diviso per capitolo/paragrafi/pagine
  4. Utilities: orario delle lezioni, lista contatti, lista libri, refill per le tasse, scheda riassuntiva di ogni corso, info utili varie
  5. Motivation: sezione dedicata alle frasi motivazionali

La maggior parte dei refill sono stati creati per me da Diletta ( gruppo Facebook Dile Graphic&papercraft) e ve li mostravo tutti qui. Ho recentemente ricevuto un altro ordine commissionato a questa dolce e talentuosa ragazza… presto vedrete tutto 😀

Come vi dicevo nel post sulla mia borsa per l’università, per l’autunno ho trasferito tutti gli inserti nella mia Webster’s pages e quindi…perché non farvela vedere 😀

p_20161024_133350-01

Sto amando questo set up autunnale *_* Nelle taschine tengo il badge universitario e la tessera delle biblioteche. In quella grande il segnapagina che vedete nel video (su cui vado a scrivere le cose da fare/ricordare per quella settimana) e gli stickers di PeacefulmindDesign per segnare l’acqua bevuta 🙂

p_20161024_134014-01

Come uso il mensile per programmare lo studio 🙂

p_20161024_133753-01

la meraviglia dei refill ripiegabili *_*

p_20161024_134114-01

Una tipica, disordinata pagina della sezione note 🙂

p_20161024_134437-01

p_20161024_134847-01

pagine motivazionali 🙂

p_20161024_135020-01

Blocchetto note su cui sono andata a fare una sorta di routine con: orario previsto per la sveglia; orario per uscire di casa; pomodori da completare AM e PM 🙂

Questo è quanto 😀 che pensate della mia organizzazione? Avete qualche suggerimento da darmi? 🙂 io adoro questa agenda e avere tutto ben organizzato, con tutte le info che mi servono a portata di mano, mi fa sentire meno in ansia mentre preparo i miei esami.

Bacini, e a presto 🙂

What’s in my university bag?

Ciao 😀

Bentornati o benvenuti sul mio blog 😀

Ieri sono stata alla mia prima lezione per questo semestre. Ho pensato di fare qualche foto per farvi vedere come organizzo la mia “borsa” per l’università 🙂

Ho scritto borsa fra parentesi perché in realtà sono passata a usare uno zaino. L’ho comprato quasi un anno fa su Amazon (ecco il link…ora costa anche meno!) e lo adoro! Ho deciso di fare questo acquisto perché:

  • molte volte le borse erano poco capienti
  • se erano capienti diventavano così pesanti che tornavo a casa senza una spalla :’D
  • avevo l’eastpak dal liceo ma era troppo grosso per le mie esigenze…e anche un po’ troppo “sportivo” con alcuni outfit

p_20160928_123014-01.jpeg

p_20160928_123100-01.jpeg

ha le spalline regolabili e belle larghe per sostenere il peso 🙂

Lo zaino ha due tasche laterali chiuse con un bottoncino

p_20160928_123315-01.jpeg

In una tengo l’ombrello, se la giornata sembra incerta 🙂 è una salvezza avere un tasca esterna dove riporlo quando è bagnato!

p_20160928_123246-01.jpeg

Nell’altra tengo semplicemente un pacchetto di fazzoletti

C’è poi una tasca frontale con zip, più piccola ovviamente di quella principalewp-image-1277253369jpeg.jpeg

All’interno ho:

  • Spuntino 🙂 mi piacciono molto questi mix di frutta secca perché sono buoni, salutari e non si sbriciolano (come i poveri crackers) 😀
    p_20160928_123430-01.jpeg

     

  • Pochette sobria che contiene oki (maledetti dolori mestruali), scatolina per gli assorbenti, deodorante mini, caramelle per la gola e bustine di zuccherowp-image-1858471451jpeg.jpeg

     

  • Cuffie per ascoltare la musica sul bus 🙂 quant’è carino quest aggeggino per tenerle ordinate? 😀 arriva ovviamente da aliexpressp_20160928_123728-01.jpeg

     

  • Chiavi di casa con ciondolo sobriop_20160928_123823-01.jpeg

     

  • Biglietto/abbonamento del bus e un burrocacao 🙂p_20160928_123746-01.jpeg

     

Nella tasca principale, spaziosa al punto giusto, ho:

  • ovviamente i libri. Ieri sono andata a lezione di giapponese quindi dovevo portare il libro e il quadernone grande. Per la maggior parte degli altri corsi porto di solito un solo quaderno formato A5 🙂wp-image-676155093jpeg.jpeg

     

  • La custodia con gli occhiali da vista (perché sono astigmatica e mentre scrivo devo assolutamente portare gli occhiali o muoio) e il portafogli brutto ma comodo di Tiger.wp-image-1106762076jpeg.jpeg

     

  • Bottiglietta d’acqua 🙂 a volte la prendo direttamente in facoltà, a volte la porto da casa
    p_20160928_123936-01.jpeg

    ovviamente ormai vuota 😀

     

  • Astuccio piccino picciò con un po’ di penne nere, matita, matita blu, gomma ed evidenziatore doppio 🙂p_20160928_124510-01

     

  • e ovviamente… la mia agenda per l’università 😀 l’ho lasciata per ultima per finire col botto hahahaha 😀 per l’autunno ho trasferito i miei refill universitari nella Caramel della Webster’s pages… è perfettamente abbinata allo zaino *_*
    p_20160928_124156-01.jpeg

    Prometto che presto la vedrete all’interno!

     

Ok, finito! Questo è quello che di solito viene con me in facoltà 🙂

E voi? Cosa portate a scuola/università? 😀

Bacini, a presto!